Il BuonEssere. Elogio della bontà

Per noi il concetto di bontà non si riferisce solo al gusto, alla freschezza, alla genuinità della nostra frutta e verdura, ma abbraccia tutta la nostra filosofia di lavoro e, perché no, anche di vita.

Bontà è toccare, annusare, assaggiare, degustare – e perché no, scartare – la frutta e la verdura biologica che vi consegniamo perché il nostro obiettivo e farvi mangiare sano.

Bontà è selezionare con cura i migliori produttori biologici, andare nelle loro aziende, ascoltare – anche con una certa dose di umiltà – le loro storie e osservare il loro prezioso lavoro.  Continua a leggere

Agricoltura social: i produttori raccontano la propria storia

Fino a un decennio fa, era impensabile per gli agricoltori l’uso di Internet per ottenere notizie del settore e comunicare con i consumatori. Oggi invece, la situazione è molto cambiata: gli agricoltori hanno una storia e stanno imparando a raccontarla.

Questo “racconto” non avviene più intorno a un tavolo e tra un gruppo ristretto di interlocutori, ma si è spostato sui social network, sfruttando l’enorme potenziale che queste piattaforme possono offrire, e grazie al numero sempre più crescente di agricoltori che utilizzano pc e smartphone per scrivere sui propri blog e connettersi ai loro profili Facebook e Twitter. Continua a leggere

Squisite ricette bio per il mese di dicembre

Vi abbiamo già suggerito come cucinare i prodotti più particolari e “strani” che potete trovare nelle nostre confezioni e abbiamo accolto con piacere tutte le dritte e i suggerimenti culinari dei nostri amici di Facebook. E ora? Ora vi proponiamo un menù tutto bio da preparare con i prodotti naturali che consegnamo a casa vostra proprio in questo mese di dicembre.
Le ricette di questi piatti squisiti le potete trovare, insieme a tante altre, nell’apposita sezione del nostro sito: Continua a leggere

C’è vino e vino! Alla scoperta dei nostri produttori biologici

Diciamoci la verità: quante volte abbiamo organizzato una bella cenetta a casa, scelto tutti gli ingredienti (bio, ovvio :) ) per dei piatti succulenti, ma non abbiamo pensato al vino? Quella che potrebbe sembrare una scelta abbastanza semplice – rosso per la carne, bianco per il pesce – in realtà dovrebbe essere molto più accurata, perchè…c’è vino e vino! È ovvio che non vogliamo creare allarmismi, ma quante volte sentiamo di pesticidi (e sostanze purtroppo anche peggiori) presenti nelle bottiglie che troviamo negli scaffali del supermercato?

Senza pensare subito alla cattiva fede dei produttori, c’è da dire che, come riporta l’indagine annuale di Legambiente “I pesticidi nel piatto“, ogni anno si scopre che molti vini italiani contengono (entro i limiti di legge) antiparassitari chimici di vario tipo. E allora, alla luce di tutto questo, perchè non bere un buon vino biologico? Non solo fa bene all’ambiente e alla nostra salute, ma anche a quella dei produttori che non devono maneggiare agenti chimici pericolosi. Senza dimenticare che ormai i vini realizzati secondo criteri naturali, a differenza del passato, sono garanzia di qualità elevata. Continua a leggere

La nostra selezione di prodotti bio per la cura della casa

La maggior parte delle persone, ben un italiano su quattro, passa almeno un’ora al giorno a occuparsi della cura della casa… le faccende domestiche insomma :). Tra un colpo di spugna e un bucato, non ci si rende conto però dell’uso improprio che si fa di detersivi e altri detergenti che non solo danneggiano l’ambiente, ma anche la nostra salute. I componenti chimici presenti nei detersivi, infatti, possono provocare malattie della pelle e allergie e il pericolo aumenta sempre di più se in casa sono presenti dei bambini.

Spray, deodoranti, candeggine e quant’altro non fanno altro che innalzare il livello d’inquinamento casalingo da plastica e sostanze chimiche. E non solo. Acqua, terra e cielo ormai non riescono più a smaltire i rifiuti tossici che provengono dai detersivi usati in casa, per non parlare dall’immondizia che deriva dalle loro confezioni. Quale può essere allora la soluzione? Semplice: se a tavola mangi prodotti biologici, perché non usare detergenti bio anche per la casa? Continua a leggere

Nashi, Miyagawa,Topinambur…Cosa sono? Come li cucino? I segreti dei prodotti “strani” della tua confezione

Diciamoci la verità: quando compriamo frutta e verdura, in particolar modo al supermercato, scegliamo sempre i “soliti” prodotti, quelli più conosciuti e anche quelli più “belli”, dall’aspetto migliore. Ne avevamo già parlato nel post “Sei ciò che mangi: come l’alimentazione biologica può rendere la tua vita sana e migliore”: non sempre la qualità di un prodotto è associata al suo aspetto esteriore, anzi i prodotti più brutti e strani molto spesso sono i migliori, perché coltivati secondo metodi biologici che non prevedono sostanze aggiunte che sicuramente li rendono più appetibili (ed esteticamente standardizzati), ma sono dannose al nostro organismo.

I nostri clienti, però, hanno imparato molto bene che la nostra frutta e verdura può non avere “un bell’aspetto”, ma la bontà e la qualità sono garantite e…uniche! Ma qui sorge un altro problema: dal momento che non si è abituati a questo tipo di prodotti o non si riconoscono perché sono varietà particolari, o, peggio ancora, non si sa come cucinarli. E le domande in proposito che arrivano sulla nostra community di Facebook sono la prova lampante di questa curiosità :) Per togliervi ogni dubbio, ecco qualche segreto per riconoscere e cucinare al meglio alcuni dei prodotti “strani” che potete trovare nella vostra confezione. Continua a leggere

E adesso cosa regalo a Natale? Scopri le confezioni bio de Il BuonEssere

È vero, siamo a metà novembre e parlare di Natale e di regali potrebbe sembrare prematuro…poi però accade che ci ritroviamo il 24 dicembre sera a girare come dei matti per la città perché ancora non abbiamo trovato i doni per i nostri amici, parenti, mogli, mariti e così via.  In genere, ci scervelliamo per trovare quel qualcosa di particolare che si addice proprio a quella persona specifica, senza però essere scontati e banali, per intenderci: la classica sciarpa di lana :). Ma non solo: siete un’azienda e dovete fare il regalo di Natale ai vostri dipendenti…un ombrello? Una chiavetta USB? O peggio ancora…un’agenda???

E se invece regalassimo la bontà, la qualità…il benessere? Noi abbiamo pensato proprio a questo quando abbiamo realizzato le nostre confezioni natalizie personalizzate in base a diverse esigenze. Potete, infatti, regalare i nostri prodotti biologici (freschi e confezionati), in delle confezioni semplici e allo stesso tempo molto belle e curate, con cartoncino ondulato e la paglietta di legno, in pratica…confezioni dal sapore naturale :). E, come dicevamo, adatte a ogni esigenza. Continua a leggere